20 giugno 2020 ore 16.00 – Cascina del Guado sul Naviglio grande – Robecchetto con induno (MI)
La mostra prosegue fino al 19 luglio.
Aperture: sabato e domenica dalle 14.30 alle 18.00 – mercoledì dalle 20.00 alle 22.00

Documenti, fotografie, ciclostilati originali, rare edizioni oramai cult. La storia di una delle iniziative culturali e artistiche più importanti e originali scaturita dal ‘68 in Italia.
Nei rinnovati spazi dello Studio del Guado è allestita questa mostra; dolce, delicata e contemporaneamente forte, chiara, intensa e diretta. Alcune delle più importanti sperimentazioni in ambito culturale e della diffusione dell’arte hanno preso le mosse proprio da qui, da questa casa “non tana e non rifugio” fondata da Daniele Oppi (1932-2006) e alimentata da tanti artisti e intellettuali italiani e non.
Il Guado ha sempre rappresentato e ancora oggi rappresenta, attraverso l’intensa attività di sperimentazione e ricerca d’avanguardia, un punto di riferimento, un faro, per artisti e liberi pensatori.
Con questa mostra vogliamo rendere omaggio alle nostre origini, alle nostre profonde radici da cui abbiamo sempre tratto la linfa vitale alimentando i nuovi fiori dell’arte e della cultura.

Presto aggiornamenti sugli eventi collegati di musica e poesia.

Vai alla pagina dedicata alla mostra

Share This