Premio Filippo Villa 

per le Arti Visive Contemporanee

Il ruolo del ricordo, il più profondo e significativo, è la funzione che svolge nella progettazione del futuro. Nella fondazione del progetto stesso. Senza Memoria, che è sempre cultura, non si creano vere basi di sperimentazione. In questa ottica la determinazione dell’Amministrazione Comunale di Buscate nel voler istituire un premio per le arti visive contemporanee dedicato ai giovani è senz’altro esemplare. Non c’era modo migliore per ricordare Filippo Villa. Infatti, chi ha avuto il piacere di conoscerlo e frequentarlo sa quanta importanza dava ai giovani e alla loro formazione. Il “Premio per le Arti Visive Contemporanee Filippo Villa”, oltre ad essere di per sé un’importante iniziativa culturale e di sostegno ai giovani artisti, si vuole inserire in una rete più ampia volta a far emergere le qualità e le eccellenze in ambito artistico di tutto il nostro territorio. Una rete di iniziative che crei le condizioni per avere con l’arte contemporanea più momenti di relazione, con più frequenza, in più luoghi, ritrovando così anche quel valore sociale che l’Arte da sempre, eminentemente, rappresenta. Su questo terreno, le Officine Creative alla Cascina del Guado sono impegnate da cinquant’anni. In particolare, attraverso la Cooperativa Raccolto, gli ultimi venti anni hanno visto porre un’attenzione sempre crescente ai giovani creativi e alle opportunità che ad essi una società matura e avanzata deve provvedere. Basti ricordare, in questo senso, il Padiglione d’Arte Giovane con il Comune di Inveruno.
L’arte è una risorsa importantissima; soprattutto in Italia di cui è stata per secoli spina dorsale, oltre che simbolo. Oggi è utile riprendere il filo di una difesa istituzionale dell’arte contemporanea e degli artisti che la praticano; non è pensabile immaginare di lasciare questo delicato compito esclusivamente ad energie private, seppur fondamentali, che (non sempre per fortuna) necessariamente rispondono a logiche che prescindono da valori di sperimentazione e pura qualità. Siamo dunque soddisfatti di vedere che istituzioni ed Enti storici e formativi di primissimo livello come Società Umanitaria e Accademia di Belle Arti di Brera abbiano deciso di sostenere anche questo progetto.
Ai ragazzi, a tutti, anche a quelli che non sono riusciti ad entrare in finale, mi permetto di dire: andate avanti comunque con fiducia nel vostro percorso e confrontatevi sempre, quando ne avete l’opportunità.
Il mio grazie va soprattutto a loro che hanno scelto una via tutt’altro che comoda. Di tutti loro dobbiamo essere orgogliosi, perché facendo Arte forgiano strumenti importanti per costruire il nostro futuro.
F.O.

Video di presentazione
Pagina dedicata al premio su Fondazione per Leggere

(…) Lui, protagonista e organizzatore di tanti progetti e manifestazioni alle quali ha sempre contribuito in modo attivo. Questa volta, invece, altre illustri persone si stanno occupando di lui, del suo ricordo, del suo premio. Sono lusingato nel vedere l’impegno, il desiderio di vederlo ancora protagonista presente. Ha lasciato tanto, sia a livello artistico che personale, e mi accorgo che tutto questo non è arrivato solo a me, ma anche a tutte le persone che lavorano al premio dedicato a papà Filippo. (…)
Ennio Villa, artista

(…) è un onore per me e per tutta la mia Amministrazione, poter inaugurare un premio dedicato a Filippo Villa che, ce lo auguriamo, diventerà parte della tradizione della nostra Buscate.
Nelle nostre intenzioni non si tratta di una semplice iniziativa di richiamo, o puramente celebrativa: si tratta di un mattone importante del programma culturale che abbiamo in mente. (…)
Fabio Merlotti, Sindaco di Buscate

(…) Tramite le sue opere vengono tramandati valori e sfaccettature della società oramai passata, quella contadina: quella dei nostri nonni, alla base, o forse è meglio dire “alla radice” della nostra cultura. In Villa, l’idea di trasmettere i propri valori ed il proprio punto di vista personale ha sempre avuto l’obbiettivo di mettere le nuove generazioni a confronto con le radici di ognuno, permettendo così ai ragazzi di arricchire il loro bagaglio culturale, arrivando poi ad essere in grado di trovare il proprio posto all’interno del panorama artistico. (…)
Lorenzo Massellucci, Consigliere al Comune di Buscate

Organi giudicanti

Comitato di Selezione
Il comitato ha il compito di selezionare i lavori dei giovani artisti
che andranno a comporre la mostra dei finalisti in sala Angelo Lodi e il catalogo.

Membri del Comitato:

Pinuccio Castoldi, Professore di italiano, critico d’Arte

Giancarlo Colli, Artista

Giorgio Lodetti, Libreria Bocca (Milano)

Gianni Naggi, Gruppo allievi di Filippo Villa

Alessandro Negri, Artista

Francesco Oppi, Artista, Guado Officine creative dal 1969 – Cooperativa Raccolto

Vincenzo Panza, Galleria VS Arte (Milano)

Ennio Villa, Artista

Giuria del Premio
La Giuria ha il compito di assegnare i due premi in danaro.
I premi formativi ed espositivi sono decretati dai soggetti 
che offrono gli spazi espositivi.

Membri della Giuria:

Ivan Albarelli, Caporedattore de “Il Giorno” (Legnano)

Giorgio Fedeli, Critico d’Arte

Alberto Jannuzzelli, XXV Presidente della Società Umanitaria

Stefano Pizzi, Artista, titolare di cattedra di Pittura  e Responsabile relazioni esterne Accademia di Belle Arti di Brera

Roberto Priod, Artista, titolare di cattedra di Scultura Accademia di Belle Arti di Brera


Elenco finalisti edizione 2019:
 
Stefania Balzarotti
Dario Baroli – Vincitore sezione discipline pittoriche
Luca Caniggia
Riccardo Centimeri
Daniele Compagnone
Eleonora Corti
Chantal Criniti
Davide G. Fracasso
Marianna Lodi
Simone Mazzoleni – Segnalazione
Filippo Moroni
Matteo Naggi – Segnalazione
Eliza Oynus
Carole Peia
Lorenzo Perin
Luca Pozzi – Segnalazione
Marco Quaranta – Vincitore sezione scultura
Giotto Andrea Riva
Chiara Ruffato
Ivan Symovoniuk
Ginevra Tarabusi – Segnalazione

 

Torna a L’Arte e il suo valore culturale 

 

 

 

 

EMAIL

guadoofficinecreative@gmail.com

DOVE

Cascina del Guado, Strada Comunale Del Guado, 20020 Robecchetto MI